giovedì 17 luglio 2014

Sabrina Salerno: "Mio padre non mi ha mai voluta"




Sabrina Salerno oggi è una mamma appagata, una moglie felice e ha appena pubblicato il nuovo singolo "Colour Me". Nella sua carriera ha venduto oltre 20 milioni di dischi. Ma dietro il successo c'è una storia triste con un padre assente che ha riconosciuto la figlia solo dopo il test di paternità fatto recentemente. "Credo che perdonare faccia un gran bene. E l'ho perdonato", ha detto la cantante a Vanity Fair.
"Nel frattempo aveva costruito una famiglia ufficiale, - continua Sabrina - con una figlia che ha 9 anni meno di me. Ma accettò di incontrarmi. Mi spiegò che non era prevista né voluta, e che siccome mia mamma aveva voluto tenermi, la responsabilità, anche finanziaria, era tutta sua. I primi soldi da lui li vidi quando, a trent'anni, gli feci scrivere dall'avvocato. Perché non gli chiedessi il test del Dna mi offrì qualche milione di lire. Non ne avevo bisogno ma, per quieto vivere, accettai".
Poi il ripensamento: "Nel 2012 mi chiama una coppia di vecchi amici dei miei: 'Pensiamo che tu debba sapere'. Mio padre aveva un altro figlio. Un bambino che ora ha sei anni, da una donna molto più giovane di lui, e che io tuttora non ho mai visto. Questo sì, mi ha sconvolta. Ha spazzato via le scuse, il quieto vivere, la 'superiorità'. Perché può uno che non ha voluto una figlia a 25 anni farne un altro a 70? E perché devo saperlo da conoscenti? Ho chiamato un avvocato amico e gli ho detto: procedi. Il 12 dicembre abbiamo fatto il test.".
Infine: "Nello studio del notaio, il giorno del riconoscimento, mi ha detto abbracciami figlia mia. Ma poi nel parcheggio: ti sarei grato se questa storia restasse segreta".

Post più popolari